Crea sito

Forse saprete già tutti chi è Thor, magari proprio grazie alla Marvel.

Per chi non lo sapesse, ecco una brevissima spiegazione sul Dio nordico.

Thor (Þórr) è un dio della stirpe degli Asi, assai amato e venerato, tanto che la sua figura fu tenacemente opposta al «bianco Cristo», il nuovo dio proveniente dal Sud.

Thor è detto:

  • fratello di Meili
  • figlio di Odino e di Jörð
  • sposo di Sif
  • padre della fanciulla Þrúðr e di Móði.

Ebbe un altro figlio, Magni, con la gigantessa Járnsaxa.

I suoi simboli con cui viene rappresentato e ricordato sono:

 

  • Croce uncinata

La croce uncinata appare nel folklore islandese medievale come oggetto dotato di qualità particolari. Si dice infatti che essa sia uno strumento mediante il quale, usando una formula per richiamare Odino e Þórr, i ladri possono essere facilmente smascherati.

Il nome con cui viene disegnata, þórshammarr, «martello di Thor», la mette in relazione con questo Dio; è perciò uno strumento unico come il Mjöllnir (il frantumatore).

Il significato originario della croce uncinata farebbe pensare a Thor come un antico Dio del cielo.

 

 

 

  • Ascia

L’ascia viene spesso confusa con il suo martello, ma è un altro strumento riguardante il dominio degli elementi naturali.

 

  • Martello

Arma bivalente, fruttificante e letale. Molto spesso si presenta in forma simile a quella di una croce.

Nella lotta fra il paganesimo e il cristianesimo, il martello diviene simbolo eccellente del potere di Þórr: è opposto e al contempo analogo alla croce di quel Cristo che avanza imperterrito nella guerra contro questi Dei.

Il mjollnirr (stritolatore/ Arma luminosa che lampeggia) è lo strumento che provoca il tuono e fabbrica il fulmine; uccide o porta pioggia feconda.

Questo simbolo è il più conosciuto da tutti essendo che Thor è un Dio antico del cielo e degli elementi, Dio del tuono e dei fulmini e colui che grazie al martellare sul suo incudine, parlava con i marinai , aiutandoli o ammazzandoli.

 

  • Aeroliti

Simbolo di comunicazione tra cielo e terra, gli aeroliti portano agli uomini un messaggio celeste del Dio del tuono. Questo concetto si conserva nel folclore scandinavo, come mostra ad esempio il termine svedese tor(s)viggar con cui si designano le pietre a forma di ascia trovate sul terreno e che si ritiene siano piovute dal cielo durante i temporali. Tali oggetti sono considerati dotati di ogni possibile qualità magica.